Chi siamo – Sintesi PG

“La Pace e la Guerra, molto spesso, dipendono dalle vibrazioni che l’aria trasmette passando per la laringe”

Consapevoli dell’enorme potere creativo della parola e della dinamica pensiero-parola-azione che sottende l’agire dell’essere umano, Parole Guerriere a Montecitorio e nelle Regioni si propone di svolgere attività di ricerca, divulgazione e proposta su temi filosofici, antropologici, sociali economici e politici al fine di sollecitare la classe politica e l’opinione pubblica a confrontarsi sulle grandi questioni – tecnologiche, climatiche, demografiche e geopolitiche – che hanno a che fare con il destino del Pianeta e dell’Umanità. L’intento prefissato è quello di superare la logica della ricerca affannosa del consenso di breve periodo muovendo dalla consapevolezza che solo il confronto sui grandi temi etici può conferire un senso profondo all’agire politico.

Informati al principio di trasversalità delle correnti di pensiero, crede nel metodo socratico del dialogo quale mezzo per raggiungere il Vero e per questo si propone di facilitare l’incontro con l’altro, incoraggiando l’ascolto reciproco.

In nostro approccio è pertanto inclusivo, interdisciplinare e meta-partitico.

Nata da un’idea di Diego Antonio Nesci nel 2017, tutta l’iniziativa è autofinanziata e senza scopo di lucro. Vive dell’apporto spontaneo dei fondatori e di tutte le persone che a vario titolo vi partecipano. Con il costante sostegno della Deputata Dalila Nesci e del Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, abbiamo realizzato,  già 21 Incontri alla Camera dei Deputati ed in varie città d’Italia e un Festival.

Hanno partecipato a Parole Guerriere:

Jeremy Rifkin (Economista), prof. Giulio Sapelli (Economista),  prof.ssa Maria Rita Parsi (Psicoterapeuta e Scrittrice), Igor Sibaldi (Filologo e Scrittore), prof. Ugo Mattei (Giurista e Scrittore)Pasquale Tridico (Presidente dell’INPS), prof. Filomena Maggino (Statistica Sociale), prof. Luca Fantacci, (Docente Uni. Bocconi), prof.ssa Antonella Stirati (Economista, Uni. Roma 3), prof. Alfonso Maurizio Iacono (Filosofo), prof. Andrea Roventini (Economista), prof. Livio De Santoli (Prorettore Università La Sapienza), Marco Guzzi (Filosofo), Marco Antonio Attisani (Imprenditore), Fabrizio Salini (AD Rai), Marcello Foa (Presidente della Rai), Maura Gancitano (Filosofa e divulgatrice), Fabio Conditi (Presidente Ass. Moneta Positiva), Antonio Libertino (Docente).

Esponenti del M5S come:

Roberto Fico (Presidente della Camera dei Deputati), Dalila Nesci (Deputata), Nicola Morra (Presidente Commissione Antimafia), Alessandro Di Battista (Deputato), Paola Taverna (Vice Presidente Senato) , Virginia Raggi (Sindaco di Roma), Enrica Sabatini (Responsabile Piattaforma Rousseau), Tiziana Beghin (Euro Parlamentare), Luigi Gallo (Presidente Comm. Cultura Camera), Dario Tamburrano (Europarlamentare), Pino Cabras (Deputato), Gianni Marilotti (Senatore), , Barbara Floridia (Senatrice), Nicola Provenza (Deputato), Valeria Ciarambino (Consigliere Regionale Campania), 

Membri del Governo come: Luigi Di Maio (Vice Presidente del Consiglio), Alberto Bonisoli (Ministro Mibact), Andrea Cioffi (Sottosegretario allo Sviluppo Economico), Lorenzo Fioramonti (Ministro MIUR), Sergio Costa (Ministro dell’Ambiente).

Ma anche esponenti di altre forze politiche come: Alberto Bagnai (Senatore Lega), Stefano Fassina (Deputato Leu), Guido Crosetto (Deputato FdI), Gianluigi Paragone (Senatore e Giornalista), Andrea Paternò Castello (Vox Italia).

Per avere un’idea dei temi trattati, ecco l’elenco di alcuni titoli:

  • Il Potere delle Idee: su che basi fondare il discorso Politico?

  • La funzione dell’Intellettuale nella Dialettica Politica

  • La questione morale nella Società della Trasparenza

  • Anima e Ambiente. Solo una Rivoluzione ci salverà ?

  • Destra, Sinistra, Rivoluzione?

  • Quale Cultura per Quale Cambiamento ?

  • Sovranità, Italia, Europa: quale Unione?

  • Tecnologie dell’umano. La Rivoluzione Fisico-Telematica

  • Comunicare il Cambiamento. La Rai e la Rete

  • Quale Sviluppo? La Terza Rivoluzione Industriale e la Crisi Planetaria